Template Joomla scaricato da Joomlashow

Lettera di Marino Parodi

Mail del dott. Marino Parodi inviata per mail il 3 novembre 2013

“Carissima Adriana, Carissime amiche e carissimi amici del NESPOLO,

carissime sorelle e carissimi fratelli tutti che vivete la splendida esperienza della cristianissima COMUNIONE DEI SANTI, carissime colleghe e carissimi colleghi impegnati nella ricerca sulla potenzialità della coscienza e sulle preziosissime opportunità terapeutiche offerte dalla possibilità di comunicare con le anime di coloro che vivono ormai in mondi assai migliori del nostro, carissimi sacerdoti che ci accompagnate tutti in questo grande cammino, udite udite !

Grande notizia: siamo tutti caduti in un tremendo abbaglio! Peggio ancora: siamo tutti al soldo di Satana (nientemeno)!

E pensare che ci sentivamo così tranquilli e sicuri del nostro impegno, del nostro volontariato, della nostra ricerca e della nostra missione! Eppure, il Vangelo parla chiaro: in base all’”albero” riconoscerete i “frutti”!

E che frutti abbiamo constatato: conversioni e guarigioni a non finire, grandi opere di volontariato, prove scientifiche inoppugnabili della “vita dopo la vita”! Quanti sacerdoti meravigliosi ci hanno accompagnato in questo splendido cammino..Pensiamo soltanto a Padre Ulderico Pasquale Magni, Don Sergio Messina, Padre Francois Brune,  Padre Giordano Grosso, Padre Guido Sommavilla per non citare che alcuni, trai più significativi..

E pensare che la stessa Chiesa Cattolica, cui siamo felici di appartenere, in tempi recenti, per bocca del suo autorevolissimo organo, l’OSSERVATORE ROMANO, aveva dissipato ogni dubbio: nel novembre del 1996 era infatti apparso un articolo, firmato da uno dei maggiori teologi “ufficiali” dell’appena citato quotidiano della Santa Sede, Padre Gino Concetti, nel quale si leggeva, tra l’altro. “DIO PERMETTE AI NOSTRI CARI VIVENTI NELLA DIMENSIONE ULTRATERRENA DI INVIARE MESSAGGI”. E ancora, sempre nello stesso articolo si legge. “IN SEGUITO ALLE NUOVE SCOPERTE NEL CAMPO DELLA PSICOLOGIA SUL PARANORMALE,  LA CHIESA HA RITENUTO ANCHE DI NON VIETARE PIU’ GLI ESPERIMENTI DI DIALOGO COI TRAPASSATI, A PATTO CHE SIANO SVOLTI CON SERIE FINALITA’ RELIGIOSE E SCIENTIFICHE..” Finalità religiose r scientifiche che hanno sempre ispirato la nostra opera e la nostra ricerca.. Eh, già, la scienza: non tutti lo sanno, ma sono numerosi gli autorevoli scienziati i quali sembrano proprio aver dimostrato scientificamente tanto l’esistenza dell’aldilà quanto la possibilità della comunicazione tra la dimensione terrena e quella dei “trapassati”..Qualche nome? Vi è solo l’imbarazzo della scelta? Si va infatti da insigni fisici, quali il nostro Vittorio Marchi e F.W.H. Myers, , a eminenti psichiatri, quali Elisabeth Kuebler Ross , a psicologi di fama quali  Rogo Scott D. e James William..

Ebbene, carissimi tutti, è appena giunta una sconvolgente rivelazione: siamo tutti quanti biechi strumenti del Maligno! Mi direte: e tu come lo sai? E’ quanto ha appena dichiarato una grandissima maestra spirituale, teologa insigne e scienziata di fama con immensa umiltà, invidiabile equilibrio e soprattutto grande amore! Di chi stiamo parlando? Della famosissima Annalisa Colzi! Ma come, non la conoscete??? Neanch’io!

Comunque, ci incuriosisce sapere a quale religione la signora Colzi appartenga e a quale spiritualità ella si ispiri..Difficile immaginarla vicina al Cristianesimo, in quanto Gesù, nel quale crediamo fermamente ci invita calorosamente a CHIEDERE A DIO PADRE TUTTO CIO’ DI CUI ABBIAMO BISOGNO, promettendoci che EGLI ci esaudirà..Non ha assolutamente escluso, Gesù, la comunicazione coi trapassati: non a caso la Chiesa Cattolica ha sempre insegnato il tesoro della COMUNIONE DEI SANTI, nella quale l’INVOCAZIONE DELLE ANIME (atteggiamento ben diverso dalla evocazione, contro la quale la Chiesa ha sempre, con molta ragione, messo in guardia) occupa un posto di primo piano.. Ed è proprio alla COMUNIONE DEI SANTI e alla INVOCAZIONE DELLE ANIME che noi ci ispiriamo, confortati da mille e mille riscontri spirituali e concreti..Se la signora Colzi conoscesse il Vangelo, saprebbe che Gesù lì ci garantisce che Dio ha donato a noi Suoi figli potenzialità straordinarie – tra le quali rientrano i carismi, ivi compresa quello della Comunione dei Santi-, come conferma perfino la scienza contemporanea..

Chiunque possieda un minimo di discernimento e   disponga di un minimo di informazione, tra l’altro, sa che la INVOCAZIONE DELLE ANIME STA ALLA EVOCAZIONE COME IL DONO STA AL FURTO…

Forse la signora Colzi non ha figli (se così è, ci dispiace davvero per lei): se ne avesse, potrebbe forse lontanamente immaginare quale lacerante dolore comporti il lutto per il trapasso di un figlio, nonché quale gioia comporti la guarigione da tale dolore grazie alla sublime esperienza della comunicazione col proprio caro, ormai nella dimensione eterna, scoperta che non di rado passa attraverso un sacerdote, un amico, una amica, una figura professionale o altri ancora e come si fa a non provare gratitudine per tutti costoro, oltre che il Signore, si capisce?  ESPERIENZA CHE SFOCIA POI IN UN CAMMINO SPIRITUALE AUTENTICO E CRISTIANO..

Comunque, auguriamo alla signora Colzi di lasciar perdere quel Satana, quel demonio, per il quale sembra nutrire tanto interesse (ai limiti dell’ossessione) e di scoprire invece DIO CHE E’ AMORE, GESU’ CHE E’ AMORE.

Lei che vorrebbe insegnare ai sacerdoti a svolgere la loro missione (ma ci faccia il piacere: dove sta il senso del ridicolo?), cara signora, ci consenta un consiglio fraterno! Infatti noi Le vogliamo bene, sa? Noi, in quanto cristiani impegnati in un serio cammino spirituale, amiamo il nostro prossimo sempre e comunque..Se un giorno, cara signora Annalisa, come Le auguriamo di cuore, dovesse finalmente conoscere Dio, vedrà quanto è illuminante, terapeutico, galvanizzante e gioioso l’amore del prossimo, ispirato da Dio..Sa, signora Colzi, che Gesù insegna che è proprio l’amore a contraddistinguere i cristiani? Allora lasci perdere le invettive patetiche, i toni accorati e scandalizzati da operetta malriuscita, PENSI ALLA SALUTE (nel senso più profondo del termine, si capisce, alla salute spirituale, del tutto sconosciuta a chi si NUTRE DI RISENTITEMENTO E SI ARROGA IL DOVERE DI SPUTARE VELENOSE SENTENZE CHE DIMOSTRANO SOLO UNA RABBIA SPAVENTOSA E UNA TOTALE DISINFORMAZIONE CIRCA CIO’ CHE SI PRETENDE DI CONOSCERE). Anzi, noi Le vogliamo particolarmente bene poiché non v’è chi non veda che la rabbia gigantesca che traspare dalla Sua invettiva nasce sicuramente da una grande sofferenza, dalla quale Le auguriamo di guarire al più presto.

E ancora, cara signora Colzi, GRAZIE DI CUORE! Sa perché? Perché nella sua commovente ingenuità, quel capolavoro di cultura, ecumenismo (spiacenti di non aver tempo di spiegare alla Signora il significato di questa parola, che La invitiamo a cercare), equilibrio, quel messaggio così FAIR (ossia leale= lei ,signora, ci scusi, ma in che mondo vive? Infatti sembra ignorare persino una delle regoli più elementari e più basilari della comunicazione : NESSUNO SI DEVE PERMETTERE DI METTERE IN DISCUSSIONE LA BUONA FEDE DI CHICCHESIA, ma nessuno si sogna di rimproverarLa, per carità, NEMO DAT QUOD NON HABET, nessuno da ciò che non ha), quel messaggio così traboccante di amore e di umiltà che è la Sua accorata invettiva, scusi sa, ma glielo dobbiamo proprio dire, sicuramente non incanta, non convince e non commuove nessuno…Ci rincresce davvero dirglielo, cara signora Annalisa, ma ci creda, signora, non ha proprio fatto una bella figura, non ha certo dato l’impressione di possedere cultura, saggezza , equilibrio, senso  critico e meno che mai volontà e capacità di evangelizzare. Comunque, non è questo il motivo per cui teniamo a ringraziarLa. Noi La ringraziamo per la promozione che Lei, inevitabilmente, ha regalato alla nostra causa. Con tutta probabilità, neppure la psicologia è il Suo forte , signora Annalisa: non occorre certo essere psicologi esperti per sapere che un attacco grossolano e isterico suscita automaticamente simpatia e interesse nei confronti dell’attaccato.  

Oddio, ci coglie un terribile dubbio: la signora Colzi forse è rimasta tempi di ei roghi e della Santa Inquisizione..Forse la gentile signora ignora che ci troviamo nel 2013, che la Chiesa ha da tempo immemorabile fatto ammenda e sconfessato  quelle vergognose pagine della sua storia…

Sapesse quanto ci fa sorridere codesto Suoi umilissimo arrogarsi a portavoce del Padre Eterno, addirittura minacciando punizioni in Suo nome! Ci perdoni l’insistenza: ma in quale Dio crede Lei? Noi nel DIO (l’unico che ci sia, vede, signora Colzi) CHE AMA INCONDIZIONATAMENTE E CHE PERDONA. Ah, scusi, dimenticavamo: pensi, signora Colzi, che la Chiesa Cattolica, nella sua illuminante ed illuminata saggezza, promosse, tra il 1962 e il 1965, il CONCILIO VATICANO II, il quale tra l’altro invita i fedeli a cogliere i vari semi di verità presenti nelle altre religioni, affermando che Dio si manifesta attraverso mille strade..

Ci consenta, signora Annalisa, lasci perdere le sue fantasie commoventi nel loro fanatismo e nella loro ingenuità e  ogni livore (perché ce l’ha tanto con Se stessa?)  e si dedichi alla lettura del VANGELO. .Scoprirà che Gesù (nella Sua immensa umiltà, signora, è disposta a ipotizzare che Gesù forse se intende appena un pochino più di Lei?) ci promette. CHI NON E’ CONTRO DI ME E ‘CON ME.

Ci perdoni ancora una provocatoria osservazione. Ci creda, signora Annalisa, se proprio uno vuole farsi notare, esistono modi molto più intelligenti, più attendibili, più leali, più rilassati e rilassanti e, (ci perdoni!) molto più seri, più civili ed eleganti rispetto alla strada Lei seguita nel Suo blog. 

In conclusione, cara signora Annalisa, Le promettiamo di pregare per Lei, per la Sua illuminazione, per la Sua guarigione e per il Suon risveglio. Ci saluti tanto Satana e diavoletti qualora li incontrasse, anzi no: li lasci proprio perdere (sa, signora Colzi, chi è quel Diavolo che La interessa tanto? “Colui che divide”, significa la parola in greco antico ovvero colui che semina zizzania e sentimenti negativi), inizi  invece a scoprire Dio Amore – nonché quei Suoi meravigliosi doni che sono LA COMUNIONE DEI SANTI, LA SCIENZA, IL VOLONTARIATO, IL CORAGGIO, LA GUARIGIONE

 , l’UMILTA’, L’EQUILIBRIO LA SERENITA’, LA GIOIA, LA LEALTA’ e altri ancora , Le auguriamo ogni bene e Le mandiamo un abbraccio affettuoso nel Signore”.

Dott. Marino Parodi